Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Fiera di San Giovanni 2016

Il 24 e il 25 giugno si rinnova a Zollino l'appuntamento con una delle più suggestive manifestazioni dell'estate salentina: la Fiera di San Giovanni, organizzata dall'Amministrazione Comunale.Un percorso tra bancarelle di prodotti agroalimentari di eccellenza, curato dal Laboratorio Urbano Salento km0 - To kalò fai, tra creazioni di artigiani del riuso e del riciclo, tra mostre, esposizioni e incontri a tema, che riempiono di significati, suoni e sapori le case a corte, i palazzi e le stradine del centro storico di Zollino.

Dettagli della notizia

In realtà, già nella serata di giovedì 23, con inizio alle ore 21.00 in piazza Pertini, ci sarà un'anteprima della Fiera da non perdere con la passeggiata spontanea e conviviale organizzata dalla Scatola di latta, che introdurrà i partecipanti nei riti e nelle leggende legate alla magia della notte di San Giovanni, la notte magica per eccellenza nel calendario agricolo dove tutto può succedere e succede...

Il 2016 è stato dichiarato dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite "Anno Internazionale dei legumi". Bellissimo e significativo lo slogan utilizzato per sintetizzare i contenuti che stanno alla base di tale dichiarazione "Semi nutrienti per un futuro sostenibile": benefici nutrizionali, sicurezza alimentare, lotta alla povertà, sfide ambientali, tutela della biodiversità.
La Fiera di San Giovanni, notoriamente finalizzata alla promozione delle leguminose tipiche di Zollino (pisello nano e fava "cuccìa") e allo sviluppo sostenibile, non poteva che dedicare a questa ricorrenza e a questi importanti temi un ampio spazio con mini incontri informativi e l'allestimento di una mostra con i lavori realizzati dai ragazzi che hanno partecipato al concorso "Lenticchie, soia, fagiolo...non è solo una questione di gusto - Riflessioni dei giovani sul cibo" indetto dalla sezione della Scuola in Ospedale del Polo Professionale "L. Scarambone" di Lecce, presso l'Azienda Ospedaliera Vito Fazzi - Polo Oncologico Giovanni Paolo II, in collaborazione con l'U.O. di Oncoematologia Pediatrica e l'Associazione Genitori 'Per un sorriso in più'. Proprio l'illustrazione vincitrice di questo concorso è stata scelta come immagine simbolo dell'edizione 2016 della Fiera.

Palazzo Mandurino, recentemente oggetto di un importante intervento di recupero, ospiterà poi il 24 l'incontro inaugurale nel corso del quale oltre ad illustrare il programma e i contenuti della Fiera di San Giovanni ci sarà un approfondimento sul progetto di costituzione del "Parco del Mago", avviato ormai da diversi mesi e che coinvolge oltre quindici associazioni e sei amministrazione comunali. I luoghi più significativi dell'area parco saranno oggetto di interesse nella cicloescursione organizzata a partire dalle ore 16.30 da Salento Bici Tour ed immortalati negli scatti più belli dei partecipanti al workshop di fotografia curato da Daniele Coricciati.
Nel pomeriggio del 25, invece, a partire dalle ore 18.00, si svolgerà il primo meeting regionale tra tutte le Cooperative di Comunità costituite e in corso di costituzione in Puglia organizzato con il supporto di Legacoop che si confronteranno su questo strumento innovativo per lo sviluppo locale.
Prenderanno parte alla discussione: Antonio Chiga (Sindaco di Zollino), Ivan Stomeo (Sindaco di Melpignano e Presidente dell'Unione dei Comuni della Grecìa Salentina), Carmelo Rollo (Presidente Legacoop Puglia) e i presidente delle cooperative di comunità. Le conclusioni sono affidate all'Assessore allo Sviluppo Economico, all'Industria Culturale e Turistica della Regione Puglia Loredana Capone (https://www.facebook.com/events/1625498457777200/ ).
Sempre nei locali del palazzo saranno esposte anche le opere realizzate nell'ambito di un laboratorio della carta vergata a mano e di un laboratorio di incisione con torchio a stella tenuto dal maestro Andrea De Simeis. Sui fogli pregiati la narrazione di vicende reali e di fantasia legate al noto prete di rito greco e umanista zollinese Segio Stiso.
Infine, la mostra in foto e video dedicata a "Bernardino Miggiano mastro costruttore e scalpellino" curata da Toto Tommasi e Dario Melissano.

Naturalmente, la Fiera sarà arricchita da momenti di intrattenimento.
In apertura, venerdì 24, l'esibizione del coro "Comu veri cantori" che proporrà un repertorio di canti della tradizione in griko sotto la direzione del Maestro Francesca Zacheo.
Nella stessa serata, nella Corte Pellegrino, Dròmi, un originale progetto di Mattia Manco, musicista e compostitore, uno spettacolo di musica, immagini e poesia, fatto di ombre, silenzi, forme e melodie cangianti con lo stesso Mattia Manco (pianoforte, fisarmonica), Chira Arcadi (violino), Antonio Ramos (chitarra, violoncello) e Emanuele De Matteis (giochi di immagini) (https://www.facebook.com/events/1642499962741722/).
Ed in chiusura, in Piazza San Pietro, ronde spontanee fino a tardi a cura dell'Associazione Core de Villani.
Sabato 25, invece, "Gigamondo Contrabbanda Zanguni", sotto la guida di Fabio Inglese ed Enzo Fina, porterà tra i vicoli della Fiera, in un corteo magico, giganti e testoni processionali (personaggi festivi popolari presenti in molte feste dell'Europa occidentale e dell'America Latina) realizzati con cartapesta e materiali di recupero, che saranno animati dalla musica dei tamburi che marcano il ritmo del cuore collettivo e liberano allegria tra i presenti.
A seguire, dj set con Tobia Lamare & Lobello Records Family.

La Fiera sarà anche "Ciclofesta", ossia raggiungibile anche con la bicicletta, in sicurezza e compagnia grazie all'Associazione Città Fertile. Diversi bicibus (gruppi di ciclisti che viaggiano compatti) partiranno da Martano all'imbrunire e percorreranno strade secondarie appositamente chiuse al traffico veicolare e illuminate tramite un prototipo microfotovoltaico. Un bicipark all'arrivo completerà l'allestimento di una vera e propria ciclovia temporanea, concetto di una strategia condivisa non solo con Zollino ma con la comunità di tutta la Grecìa Salentina.

Naturalmente, non mancheranno gli stand gastronomici, ad offrire ai visitatori gustose e originali pietanze (i legumi alla pignata, la scèblasti e tanto altro) preparate con grande cura e attezione dall'Associazione OfficinaZeta20, dall'Associazione Centro Anziani e da Jemma Cooperativa di Comunità di Zollino.

Infine, la Fiera di San Giovanni sarà ecofriendly grazie alla richiesta della certificazione volontaria “Ecofesta Puglia”, premiata nel 2012 dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca per la sua carica innovativa. La certificazione mitiga l'impatto sul territorio dell'evento stesso attraverso attività di riduzione e differenziazione dei rifiuti, compensazione delle emissioni di CO2 e informazione e sensibilizzazione ambientale. “Ecofesta Puglia”, inoltre, è certificata ISO 20121 - standard internazionale dei sistemi di gestione per la sostenibilità degli eventi.

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina