Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

"Africa bella da morire..." per celebrare il Mandela Day

Il Comune di Zollino aderisce al "Mandela Day", giornata internazionale di celebrazione e di azione a difesa della libertà e uguaglianza tra i popoli e contro tutte le discriminazioni fissata dall''ONU il 18 luglio, nel giorno del compleanno del grande ex Presidente del Sud Africa, e organizza l'iniziativa "Africa bella da morire..." presso la villa comunale.

Dettagli della notizia

Il programma prevede, a partire dalle ore 20.30, un momento di incontro e approfondimento sui temi della giornata. Ai saluti del Sindaco Antonio Chiga, del Presidente dell'Unione dei Comuni della Grecìa Salentina Ivan Stomeo e del Parroco Don Francesco Greco, seguiranno i contributi di Giuseppe Verri, Vice Sindaco di Zollino, Raffaella Aprile dell'Associazione Papagna e Ilaria Zacheo dell'Associazione Multiculturale Philos, coordinatrice del progetto SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) "Kalos Irtate" attivo nel comune grico, due realtà associative fattivamente impegnate sul territorio per l'affermazione dei diritti dei migranti che collaborano all'organizzazione dell'evento. E ancora le testimonianze dirette, e spesso drammatiche, dei ragazzi beneficiari del progetto SPRAR e il racconto di chi giornalmente lavora tra mille difficoltà al fianco dei più deboli: Padre Michele Tondi di Zollino, missionario comboniano attualmente a Tumaco, una piccola isola dell'Oceano Pacifico in Colombia, dopo le missioni in Uganda e Sud Africa; Padre Gianni Capaccioni, Superiore della Comunità comboniana di San Cesario e Filippo Gervasi, comboniano laico.

La serata proseguirà con una grande festa-concerto animata dall'Orchestra Popolare di via Leuca e dal Coro Migrantes di Lecce.

L'Orchestra Popolare di via Leuca è il risultato di un lungo periodo di ricerca musicale e antropologica tenutasi nel quartiere Leuca della città di Lecce in collaborazione con il LUA per il progetto di rigenerazione urbana. L'indagine ha avuto come fine la creazione di un'orchestra musicale appartenente al quartiere, mettendo in evidenza le diverse entità etniche e musicali che lo abitano. Essa riassume lo scambio tra culture, mescolando alla spiritualità delle diverse religioni, la convivenza e la condivisione tra gli abitanti del quartiere e del territorio, mettendo in evidenza l'antico spirito di accoglienza del Salento. L'orchestra popolare di via Leuca, vede nella sua compagine i musicisti residenti nel quartiere Leuca, Murigu Richard Gathiomi (Somieh) e Patrik Kochwa Marende, riconosciuti dall'ambasciata del Kenia in Italia come rappresentati della musica keniana in Europa. Gli artisti di via Leuca incontrano i musicisti della tradizione salentina ed in particolare della Grecìa Salentina, primo esempio di integrazione storica nel Salento con Antonio Castrignanò e Raffaella Aprile. La direzione musicale è affidata al maestro Rocco Nigro.

Il coro dell'Associazione Migrantes di Lecce accoglie le sonorità africane del Kenia ed i canti cattolici cantati in lingua malawi.

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina